MISSIONE INVERNO PIU’ CALDO 2020/21

Giovedì 17/12/2020 abbiamo annunciato l’avvio del nostro progetto annuale

“Per un inverno più caldo – stagione 2020/21”.

Questa missione sarà in collaborazione tra varie associazioni umanitarie europee sotto la forma di un coordinamento chiamato

Campagna Europea al-Wafaa.

Come è stato annunciato, le zone di interesse saranno:

  • Cisgiordania
  • Gerusalemme e dintorni
  • Striscia di Gaza
  • Campi profughi nel Libano
  • Campi profughi nel Nord della Siria
  • Campi profughi in Giordania
  • Sud della Turchia

Il progetto prevede la distribuzione di:

  • Coperte, n. 10.000 così divise:

  • 1800 nel Libano
  • 2400 Nord della Siria
  • 2200 a Gaza
  • 1800 Cisgiordania + Gerusalemme
  • 1000 in Giordania
  • 800 Sud della Turchia
  • Materassi, n. 10.000, così divisi:

  • 1800 nel Libano
  • 2400 Nord della Siria
  • 2200 a Gaza
  • 1800 Cisgiordania + Gerusalemme
  • 1000 in Giordania
  • 800 Sud della Turchia

 

  • abbigliamento invernale per 4500 persone

  • 4000 pacchi viveri

  • pacchi igienici per 7500 famiglie

  • Gasolio, legna, carboni per 10.000 famiglie

L’inizio della missione andrà programmata secondo la zona: le prime zone dove verranno distribuite questi progetti sono la Cisgiordania, Gerusalemme compresa, e la Striscia di Gaza.

Saranno coinvolte le associazioni locali con le quali collaboriamo; purtroppo non possiamo essere presenti sul territorio; questa fase del progetto è già attiva nella Striscia di Gaza fino alla fine.

Le nostre squadre saranno presenti nelle altre zone, dove non ci sono rischi per il contagio di Covid – 19 per il nostro personale.

La partenza è prevista dopo le feste, verso il 9 gennaio 2021:

4 giorni nel Libano

3 giorni nel nord della Siria

3 giorni nel sud della Turchia

3 giorni in Giordania

Faranno parte della delegazione dell’ABSPP ONLUS 4 persone

Fino a tale data siamo presenti per promuovere i nostri progetti, per sensibilizzare le varie comunità, i cittadini, per la raccolta fondi, per sponsorizzare tali progetti.

Contiamo sulle collaborazioni di tutti i cittadini che hanno a cuore coloro che, in questi giorni, sono stati abbandonati dalla comunità internazionale al loro destino, sotto il freddo gelido, senza coperte, senza materasso, senza legna, senza cibo.

Contiamo sulle vostre offerte: ogni vostra donazione, anche se poca, fa differenza.